Ozono

La storia di un gas ancora poco sfruttato, nonostante ben 200 anni di storia…

Cos’è l’Ozono?

L’ozono è una molecola formata da tre atomi di ossigeno (O3), dotata di una carica elettrica negativa. La molecola dell’ozono è molto instabile ed ha un tempo di dimezzamento breve.

L’ozono è una molecola formata da tre atomi di ossigeno (O3), dotata di una carica elettrica negativa. La molecola dell’ozono è molto instabile ed ha un tempo di dimezzamento breve. Di conseguenza, decadrà dopo un certo tempo nella sua forma originaria: ossigeno (O2, secondo la reazione sotto riportata)

2O3 ⇋ 3O2

Essenzialmente l’ozono è nient’altro che ossigeno (O2), con un atomo di ossigeno supplementare, dotato di un’alta carica elettrica. In natura l’ozono è prodotto da alcune reazioni chimiche. L’esempio più familare è naturalmente lo strato di ozono, in cui l’ozono è prodotto dai raggi (UV) ultravioletti del sole. Ma l’ozono è prodotto anche dai temporali e dalle cascate.

Le tensioni estremamente elevate che si raggiungono durante i temporali producono ozono da ossigeno. Lo speciale profumo “fresco, pulito, l’odore della pioggia primaverile” è un risultato dell’ozono prodotto dalla natura. L’ozono deriva dalla parola greca ozein, che significa ‘sentire l’odore di’.

L’ozono viene prodotto soltanto in circostanze estreme ma puà anche essere prodotto dai generatori dell’ozono. Essi sfruttano tensioni estremamente alte o luce UV.

La Storia dell’Ozono

Riassumiamo il processo temporale che ha portato l’ozono ad essere considerato, a livello mondiale, il miglior disinfettante conosciuto, in grado di disattivare anche i microorganismi resistenti ai disinfettanti più potenti.

Primi anni del 1800 – Olanda

Martin van Marum, medico, inventore e insegnante, fu probabilmente la prima persona a rilevare il gas dell’ozono e lo citò come un odore caratteristico generato dal suo alettrificatore.

1840 – Germania

Durante i suoi esperimenti, Schönbein notò lo stesso odore che Van Muram aveva precedentemente provato ad identificare, presenta all’università di Monaco un trattato in cui cita questo nuovo gas. Il nome che gli attribuì, “ozono”, trae origine dal greco ozein che significa profumo. A Schönbein viene quindi generalmente attribuita la scoperta dell’ozono, in quanto fu il primo a ricercarne la relazione con la materia organica.

1850 – Germania

Von Siemens fu il primo a realizzare un generatore di ozono e a studiarne l’applicazione in acqua.

1893 – 1906 – Paesi Bassi – Nizza

L’ozono comincia ad essere utilizzato in applicazioni tecniche nei Paesi Bassi prima (1893) e in seguito a Nizza (1906), portando quest’ultima città ad essere nominata “il luogo di nascita dell’ozono come trattamento dell’acqua potabile”.

1907 – Francia

Marius-Paul Otto, dopo essere ricevuto come dottore della scienza grazie alla sua tesi intitolata “Ricerca sull’ozono”, fondò la “General Ozone Company”, la prima azienda ad utilizzare l’ozono per la sterilizzazione dell’acqua.

1916 – Europa

Erano ben 49 le installazioni di ozono sparse su tutto il territorio europeo, di cui ben 26 in Francia. Purtroppo, la ricerca sui gas tossici negli anni precedenti la prima Guerra Mondiale portò allo sviluppo del cloro, alternatva più economica e priva di imperfezioni.

1940 – 1977

Solo dopo la seconda Guerra Mondiale le installazioni di ozono crebbero in tutto il mondo, arrivando a 1043. Nel 1985 se ne stimano oltre 2000.

Tuttavia, nonostante dal 1973 fu scoperta la presenza di trialometani (THM) quale sottoprodotto nocivo della disinfezione tramite cloro, quest’ultimo viene ancora preferito nel trattamento delle acque.

Email Support

Chiedi ad un Esperto

Se desideri maggiori informazioni in merito ai nostri prodotti puoi chiedere direttamente ai nostri tecnici esperti, ti risponderanno il prima possibile!